Stampa
Categoria: News
Visite: 826

Questa mattina si è tenuta la seconda riunione tra le OO.SS. e l’Amministrazione sull’illustrazione del piano triennale.

E’ proseguita l’analisi della documentazione con particolare riferimento ai servizi delegati.

Il Presidente ed il Segretario Generale hanno illustrato alcuni progetti che vanno nella direzione della riaffermazione del ruolo pubblico dell’Ente.

L’attenzione è stata focalizzata sul rafforzamento del ruolo del PRA, nella sua attuale articolazione territoriale (106 uffici provinciali), sul miglioramento dei servizi e sulla realizzazione di interventi che possano procurare introiti.

Entrambi hanno sottolineato che ciascuna proposta dovrà implicare la necessaria collaborazione dei Ministeri dei Trasporti, della Giustizia e dell’Economia del prossimo governo.

Gli interventi immaginati (aggiornamento tariffa PRA, semplificazione delle procedure con eventuale documento unico) porterebbero comunque maggiori servizi e garanzie per i cittadini.

I vertici dell’Ente hanno parlato di una possibile proposta di riordino dell’IPT e del Bollo auto, che dovrebbe essere legato in maniera puntuale all’impatto ambientale di ciascun veicolo.

I progetti potrebbero portare alla definizione di un ruolo dell’Ente più sicuro e chiaro, ma, come affermato dallo stesso Segretario Generale, scontano comunque l’incertezza del coinvolgimento a favore di ACI dei vari attori del panorama normativo che ruota attorno al mondo dell’auto.

Il Presidente ha inoltre dichiarato di voler affermare il ruolo dell’Aci anche nel settore delle auto storiche, svolgendo l’attività nei confronti dei cittadini tutti e non come oggi viene fatto dall’ASI (Auto Storiche Italiane), che svolge un’attività, di per se pubblica, solo per i propri soci.

Le OO.SS., anche nel corso della riunione odierna, hanno ribadito che si riservano di esprimere la propria valutazione sul piano triennale solo nel momento in cui saranno in possesso del quadro complessivo.

In coda alla riunione le OO.SS. hanno chiesto al Segretario Generale di chiarire i punti che ieri sono stati portati all’attenzione delle scriventi dalla Direzione Risorse Umane, in particolare sui buoni pasto e sulle ferie.

Rispetto al buono pasto il Segretario Generale ha affermato di voler rispettare gli impegni già assunti, pertanto, in attesa del parere richiesto al Consiglio di Stato sull’applicazione all’ACI di tutte le norme di finanza pubblica, firmerà entro domani una determinazione per l’approvvigionamento dei buoni a copertura dei mesi di gennaio e febbraio 2013 all’attuale valore nominale.

Ieri la Direzione del Personale ha prospettato la volontà di contingentare il residuo ferie ad un numero prestabilito di giorni, motivando tale esigenza con la necessità di portare in bilancio 2013 un risparmio di spesa, poiché nell’attuale sistema contabile le ferie residue costituiscono un costo.

Le OO.SS. si sono opposte ad un intervento in materia non in linea con le disposizioni contrattuali.

Questa mattina il Segretario Generale, investito della questione, sottolineando che la motivazione di intervenire in questa materia non è legata al bilancio, si è, comunque, impegnato ad approfondirla riservandosi di incontrare le scriventi nei prossimi giorni.

Vi terremo informati sugli sviluppi.

Cordiali saluti

FP CGIL ACI FPS CISL ACI  UILPA ACI ACP   CISAL ACI   RdB ACI
D. Figliuolo Marco Semprini Sandra Pagani Luigi De Santi Rosa Sirano